Perchè il Mar Rosso si chiama così?

Nov 26, 2014 | scritto da:

Capita spesso che mari, luoghi e terre debbano i loro nomi a particolari fenomeni fisici e naturali tanto forti o tanti insoliti da caratterizzarne per sempre il nome. È chiaro che il Mar Rosso non si chiama così per il colore permanente delle sua acque, ma è altrettanto vero che deve pur aver tratto questo nome da qualcosa. Gli antichi Greci, infatti, rimasero colpiti dalla colorazione che talvolta quel mare assumeva in corrispondenza di un particolare fenomeno che “tingeva” le sue acque di un rosso molto intenso. Si tratta del fenomeno delle Maree Rosse che, però, non è affatto esclusivo del solo Mar Rosso in quanto può verificarsi in qualsiasi luogo del pianeta: le acque marino - costiere si colorano di rosso a causa della presenza di una quantità immensa di alghe con un’alta concentrazione di clorofilla e carotene, i pigmenti che conferiscono la colorazione rossa agli organismi vegetali. In genere le maree rosse sono provocate da varie specie di microscopiche alghe unicellulari o da protozoi detti dinoflagellati che crescono in maniera esplosiva e con una rapidità incontenibile: la loro concentrazione può raggiungere i 50 milioni di esemplari per litro d’acqua e le loro appendici filamentose (flagelli) permettono spostamenti veloci nell’acqua.

Il problema è che queste fioriture algali sono altamente nocive sia per la salute che per l’ecosistema: alcune varietà di dinoflagellati, oltre a provocare vastissime morie di organismi marini consumando tutto l’ossigeno a disposizione, liberano nell’acqua tossine che paralizzano e uccidono i pesci in maniera diretta e che inquinano gravemente la catena alimentare con conseguenze notevoli anche per la salute umana; ingerire molluschi che hanno assorbito le tossine di tali alghe può provocare la paralisi respiratoria nonché la morte. L’uomo non è affatto esente da colpe per quanto riguarda la nascita di questo fenomeno perché spesso sono proprio i rifiuti organici di fabbriche e industrie riversati in mare a provocare il fenomeno delle maree rosse dal momento che le sostanze inquinanti di origine antropica possono avere un alto valore nutritivo e favorire la proliferazione rapidissima di queste alghe rosse. Altri fattori influenzanti sono le condizioni climatiche o, più in generale, qualsiasi fenomeno provochi un eccesso di sostanze nutritive, come le piogge forti che trasportano le sostanze minerali dalla costa.

Ti è piaciuto il nostro post? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business