Precious Plastic

Jun 16, 2016 | scritto da:

Se la prima regola del Fight Club è quella di non parlare mai del Fight Club, la regola del Precious Plastic è proprio l’opposto. Dave Hakkens, designer olandese, ha installato anche un counter nel suo sito per vedere quante persone hanno condiviso il materiale che ormai da tempo ha messo a disposizione per essere continuamente diffuso. Tutto parte da una considerazione: la plastica è ovunque attorno a noi, ma tutti la menzionano solo per sottolinearne l’inquinamento che ne deriva e non invece che è anche un materiale ricco e prezioso (disponibile gratuitamente) se si conosce come riciclarlo.

È il 2013 quando questo studente della Design Academy Eindhoven inizia a chiedersi perché le aziende che lavorano la plastica non utilizzino anche quella riciclata. La risposta che riceve è che è troppo dispendioso, sia dal punto di vista economico, sia perché avere una plastica riciclata ma pura implica anche molto lavoro e il rischio di danneggiare i macchinari. Così inizia a creare da sé le prime macchine per effettuare un riciclo ‘casalingo’ e iniziare a creare nuovi prodotti. Gli ultimi due anni li ha impiegati per fare in modo che i macchinari da lui creati fossero efficienti e facili da ricreare da tutti (ma proprio tutti) per poi rendere pubblici i suoi segreti sul sito preciousplastic.com.

Ora tutti possono scaricare le istruzioni alla realizzazione e all’uso oltre che consigli ed esempi su come utilizzare la plastica riciclata per darle nuova vita. Dave ormai si considera un vero e proprio artigiano dato che ogni mattina si reca nel suo laboratorio e inizia a creare nuovi oggetti dalla plastica che ha raccolto. Con una delle sue macchine si può anche produrre quel famoso filo che funge da toner per le stampanti 3D. Le macchine sono modulari, così da adattarsi alla situazione e all’ambiente lavorativo in cui si trovano, inoltre si possono sempre personalizzare. Tornando alla regola base di Precious Plastic, per essere certi che tutti siano effettivamente consapevoli della possibilità che hanno sotto i loro occhi è importante che il contenuto diventi virale e per questo viene chiesto a ogni utente che si imbatte nel sito o nel video di condividerlo sui suoi social.

Perché una volta che il contenuto è diffuso, il riciclo può iniziare!

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business