QMilch, la linea di abiti in fibra di latte

May 12, 2015 | scritto da:

Chi l’avrebbe mai detto che il latte sarebbe potuto diventare materia prima per tessuti di alta moda?

Ebbene in un momento storico in cui si cerca di fare sempre più attenzione alle tematiche ambientali ecco che anche dal mondo del fashion iniziano ad arrivare soluzioni sempre più innovative e variegate per sposare il lusso con l’esigenza di ridurre l’impatto ambientale. Una proposta allo stesso tempo bizzarra e curiosa proviene dalla stilista microbiologa tedesca Anke Domanske che creato un brand dal nome QMilch, una linea di abiti fatti di fibra di latte, interamente eco friendly e sostenibili al 100%. Per realizzare i suoi abiti la stilista non fa uso di sostanze chimiche, ma adopera quasi esclusivamente caseina dal momento che la materia prima utilizzata è prevalentemente quella che viene scartata dalle aziende casearie perché non a raggiungere i consumatori. Si tratta, quindi, di latte disidratato dalla cui polvere si ricava la caseina che, mischiata con altri ingredienti e portata ad alte temperature, crea un composto filamentoso che poi viene tessuto al telaio meccanico. La stoffa ricavata da questo processo è liscia e morbida, delicatissima sulla pelle e soprattutto è ecologica: per realizzare la stoffa necessaria alla creazione di un intero abito sono sufficienti sei litri di acqua e il prodotto finito risulterà essere interamente bio degradabile ed ecosostenibile. Il brand QMilch, infatti, ha ricevuto la certificazione internazionale Oeko-Tex Standard 100 per prodotti tessili ecologici e a bassissimo impatto ambientale.

La creazione di Anke Domaske ha però un precedente proprio in Italia dove, negli anni ’30, nacque Lanital, una fibra con struttura molecolare simile a quella della lana ma derivante dalle proteine del latte. Quello che ha fatto Anke Domanske è stato riproporre un tessuto di questo tipo migliorandone la metodologia di lavorazione per raggiungere un prodotto interamente sostenibile.

Ovviamente con il prezzo non si scherza perché questo tessuto costa 30 dollari al kg e, nonostante il processo del tutto naturale alla base della realizzazione, è a tutti gli effetti un tessuto di lusso.

Pianta ora Scopri Treedom Business