Rakuten, e-commerce giapponese, smetterà di vendere carne di balena

Apr 08, 2014 | scritto da:

Rakuten, il più grande e-commerce del Giappone, ha annunciato che non venderà più carne di balena e di delfino, dopo che la Corte internazionale di giustizia ha ordinato di fermare una volta per tutte la caccia alle balene nell'Oceano AntarticoRakuten è stato identificato dalla Environmental Investigation Agency come il principale colpevole della vendita al dettaglio online della balena e i prodotti in avorio, richiamando così, suo malgrado, l'attenzione.

Secondo il sito Rakuten, non si permetterà più la vendita dei prodotti di balena a partire dal prossimo 30 aprile 2014. La sentenza in sé non può limitare le vendite di carne dei cetacei in Giappone, ma la mossa è stata accolta con entusiasmo da tutti quelli che hanno trascorso la propria vita in campagne per far finire la caccia alla balena. Molte persone sperano inoltre che la nuova politica sarà estesa anche sul mercato dell'avorio.

Prima degli ultimi eventi, Rakuten aveva oltre 1.000 annunci diversi di prodotti riguardanti le balene, molti dei quali relativi a specie protette. Alcune di queste, come la balenottera minore, sono protetti fin dal 1986 grazie ad una moratoria generale sulla caccia alle balene, ma al Giappone era stato permesso di continuare nel quadro di un programma nato per fini scientifici. Tuttavia, anche questa caccia  è stata finalmente stoppata dopo che il Giappone non è riuscito a dimostrare il presunto valore scientifico del programma su citato.

Si è inoltre scoperto che alcuni prodotti cetacei, venduti sul sito Rakuten, avevano livelli di mercurio molto alti: fino a 20 volte superiore al limite legale in Giappone. 

Photo credits: public.media.smithsonianmag.com

 



Pianta ora Scopri Treedom Business