SE4ALL, l’Africa vuole rinnovabili per tutti

Oct 20, 2016 | scritto da:

Il continente africano vuole accelerare sulla generazione distribuita da rinnovabili e lo fa offrendo un portale di supporto ai progettisti che intendano installare mini-reti nelle zone rurali. L’iniziativa, appena lanciata dalla divisione africana del SE4All (Sustainable Energy for All), rientra nel Green Mini-Grid Market Development Program (GMG MDP). 

Con il termine ‘mini-grid’ si intende una piccola rete elettrica locale installata per fornire energia rinnovabile ad una comunità con varie utenze: abitazioni, attività commerciali e edifici istituzionali. Una soluzione ottimale per approvvigionare aree remote in maniera sostenibile.

Ad oggi, 645 milioni di africani, circa il 60% della popolazione totale, non hanno accesso all’elettricità. L’obiettivo della piattaforma appena lanciata, Green Mini-Grid Help Desk, è una diffusione capillare delle competenze necessarie allo sfruttamento delle energie rinnovabili e della cultura della sostenibilità.

In base a dati dell’International Energy Agency, entro il 2040 circa il 70% dell’approvvigionamento dell’area sub-sahariana deriverà da impianti off-grid e mini-grid. A questa previsione si aggiunge una stima della provenienza: due terzi dell’energia arriverà da fonti rinnovabili, a cui si potrà avere più facile accesso grazie all’abbattimento dei costi, ai progressi tecnologici e alle applicazioni più efficienti.  


“Le mini-grid sono un pezzo chiave del puzzle dell’accesso all’energia nell’Africa sub-sahariana,” dice Daniel-Alexander Schroth, Coordinatore del SE4All Africa Hub. “Il GMG Help Desk sarà lo strumento chiave dell’accelerazione nei progetti di mini-grid per il settore privato nell’ottica del New Deal on Energy per l’accesso universale all’energia in Africa entro il 2025.”

Proprio in quest’ottica il GMG Help Desk fornisce assistenza online in merito al completo ciclo di ricerca, sviluppo e installazione di mini-grid a energia rinnovabile. Il portale offre consulenze e tutorial, anche specifici per nazione, che accompagnino il progettista dalla scelta del sito d’installazione al design del sistema tecnico, dalla redazione del business plan alle strategie di coinvolgimento degli stakeholder.

L’iniziativa è stata finanziata dall’African Development Bank grazie al Sustainable Energy Fund for Africa (SEFA); nello sviluppo della piattaforma sono stati coinvolti attori europei impegnati nell’accesso universale all’energia: Energy4Impact di GVEP International, un’organizzazione no-profit con sede a Londra, e INENSUS, una società di consulenza per il settore privato. 

L’obiettivo è la promozione non solo economica, ma anche culturale di un sistema energetico sostenibile. In un continente come l’Africa, in cui sono numerose le aree remote abitate, l’elettrificazione grazie alla generazione distribuita di energia rinnovabile diventa una processo chiave. 

Accelerarlo e facilitare un accesso diffuso all’energia diventa prioritario per garantire un’educazione scientifica alle nuove generazioni: uno strumento per combattere la povertà e costruire l’Africa del futuro.


Non l’ho mai fatto e un po’ me ne vergogno, ma sono in tempo per rimediare e approfitto di questa occasione per proporlo anche a te. Ci vediamo ‘La mia Africa’ di Sydney Pollack? Credo ne varrà la pena, molto per l’Africa, ma un po’ anche per Robert Redford e Meryl Streep.

Pianta ora Scopri Treedom Business