Svezia e Olanda dicono addio alle etichette adesive su frutta e verdura

Jan 23, 2017 | scritto da:

Il rivenditore di frutta e verdura olandese Nature & More e la catena di supermercati svedesi ICA hanno deciso di abbandonare le etichette adesive di frutta e verdura in favore di una marchiatura naturale che viene realizzata togliendo pigmenti dalla superficie degli alimenti attraverso una luce pulsata. Il marchio così ottenuto risulta invisibile una volta che la buccia viene rimossa e non influisce in alcun modo sulla durata di conservazione e sulla qualità del prodotto.

Lo scopo? Ridurre gli imballaggi alimentari e i rifiuti come richiesto dai consumatori con effetti positivi sull’ambiente. “Utilizzando la marchiatura naturale su tutti gli avocado che vengono venduti in un anno risparmiamo qualcosa come 200 chilometri di nastro adesivo - spiega Peter Hagg, responsabile commerciale presso ICA - La tecnologia laser, inoltre, produce meno emissioni di anidride carbonica rispetto alle etichette adesive”. I bollini, pur essendo così piccoli e apparentemente innocui, sono un bella complicazione per chi si occupa di riciclo e utilizzare questo tipo di marchiatura naturale consente di ridurre l’impiego di sostanze chimiche, della carta, della plastica, dell’inchiostro e della colla utilizzate in questo sistema di bollatura.



ICA ha annunciato di voler testare questo nuovo metodo sugli avocado biologici e sulle patate dolci. “La scelta di iniziare con patate dolci e avocado è dovuta al fatto che entrambi i prodotti richiedono di essere confezionati perché gli adesivi non aderiscono alla buccia irregolare degli avocado e a quella delle patate a causa dei residui di terreno. Oltre a permettere un taglio sugli imballaggi e sui rifiuti, i consumatori possono acquistare solo ciò di cui hanno bisogno, cosa che non è possibile con le merci preconfezionate. Eppure, in base alle norme UE tutti gli elementi devono essere contrassegnati, da qui la necessità di un'etichetta laser per la vendita singola - prosegue Hagg - Il prossimo passo sarà quello di utilizzare il branding naturale sulle bucce commestibili, come quelle delle mele o delle pesche noci. Se la reazione dei consumatori sarà positiva non ci sarà limite all'uso di questa tecnologia e i risparmi saranno notevoli”. 


Pianta ora Scopri Treedom Business