Svolta green per il mitico Bulli di Volkswagen

Jan 20, 2017 | scritto da:

Dopo lo scandalo Dieselgate che aveva scosso la Volkswagen, accusata di gravi irregolarità nella gestione del sistema anti-inquinamento di alcune fra le proprie vetture con motore a gasolio, l’azienda tedesca sembrerebbe essersi rimessa in carreggiata, in tutti i sensi, e questa volta quella del rinnovabile.

L’annuncio delle novità è avvenuto in grande stile, scegliendo un palcoscenico perfetto, il Salone di Detroit, che apre l’anno degli appuntamenti del settore automobilistico. Protagonista della nuova strategia? Il Samba Bus dei figli dei fiori ripensato a emissioni zero per essere il portavoce della mobilità elettrica come nuovo tratto distintivo dell’azienda di Wolfsburg. 

Il prototipo di questo van green in grado di far rivivere il mitico Bulli degli anni Cinquanta e Sessanta trasformandolo in un pulmino elettrico, ha il nome di Volkswagen I.D. Buzz, è lungo poco meno di 5 metri, ma può trasportare fino a 8 persone. Basta spostare un po’ i sedili: l’abitacolo si configura a piacimento, anche con comode chaise longue o lettini; i sedili anteriori, inoltre, possono girare contromarcia, nel caso in cui ci si affidi alla guida automatica.



Come si alimenta? Le batterie di I.D. Buzz sono posizionate appena sotto l’abitacolo, due motori elettrici in grado di erogare un totale di 275 kW alle quattro ruote. La ricarica è di tipo wireless: basta posizionarsi sopra una placca a induzione. E cosa si può fare con una ricarica? L’autonomia prevista è di 270 miglia, più di 430 km. Al momento la velocità massima è limitata a 160 km/h, ma l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in soli 5 secondi, un tempo da auto sportiva.

L’annuncio rientra nella strategia della multinazionale tedesca di creare un’intera nuova famiglia di auto a batterie. Una strategia ambiziosa – arrivare a vendere un milione di auto elettriche entro il 2025, come dichiarato nel piano Transform 2025+ – ma anche complessa a livello di competenze: per realizzarla sarà necessario costruire una piattaforma dedicata, talmente specifica da non prevedere nemmeno la possibilità di installare un motore termico. Intanto, per vedere l’I.D. Buzz sfrecciare allegramente sulle nostre strade bisognerà aspettare almeno 3 anni. Il lancio è previsto per il 2020, quando inizierà la grande offensiva elettrica della Volkswagen. 


Pianta ora Scopri Treedom Business