The Impact Farm, la prima serra fai-da-te sostenibile

Mar 07, 2016 | scritto da:

Coltivare frutta e verdura in città in modo sostenibile sfruttando le energie pulite? Dalla Danimarca arriva The Impact Farm, la prima serra fai-da-te sostenibile ideata da Mikkel Kjaer e Ronnie Markussen, una coppia di giovani designer dello studio di architettura di Copenhagen Human Habitat.

Dieci giorni il tempo stimato per l'installazione completa della serra che può essere smontata e rimontata potenzialmente all'infinito e posizionata ovunque (anche in luoghi dismessi come parcheggi abbandonati, spazi inedificabili o depositi inutilizzati) perché completamente autosufficiente sotto il profilo energetico e idrico. Possiede infatti un sistema di recupero dell'acqua piovana per l'irrigazione delle colture e fonti rinnovabili per la gestione degli impianti. L'intera fattoria si sviluppa su due piani occupando poco più di trenta metri quadrati ed è realizzata a partire da materiali di recupero: il concetto al cuore del progetto è quello di dare nuova vita ai container di spedizione, impiegandoli dapprima come strumento per il trasporto di tutto il kit, e quindi come parte centrale di questa mini serra idroponica verticale.

The Impact Farm assicura la coltivazione di prodotti agricoli di alta qualità e si propone di mettere a disposizione delle comunità urbane cibo sempre fresco coltivato a livello locale e in modo sostenibile sia dal punto di vista ambientale, sia economico. Il primo prototipo è stato installato a Copenhagen e per tutto il 2016 verranno raccolti dati e informazioni sullo sviluppo delle piante, sui consumi di energia e acqua piovana raccolta. Poi la serra potrebbe essere commercializzata.

Pianta ora Scopri Treedom Business