Trapezisti sostenibili

Nov 05, 2015 | scritto da:

A Londra, l’edificio che oggi ospita il National Centre for Circus Arts un tempo (nel 1896) era una centrale energetica, ossia il luogo in cui venivano bruciati immondizia e carbone degli abitanti della città per, appunto, produrre energia.

Il Centro si sostiene praticamente in autonomia, facendo capo a un’associazione no profit, e uno degli obiettivi degli ultimi anni era quello, per ovvie ragioni, di cercare di contenere i costi di gestione. La direzione ha così deciso di iniziare ad abbassare le emissioni di CO2, di conseguenza i consumi e quindi i costi a essi associati. Negli ultimi 7 anni, il National Centre for Circus Arts ha quindi ridotto del 40% la sua carbon footprint arrivando a scegliere, notizia di questi giorni, di affidarsi ora all’energia solare per il funzionamento dei sistemi interni all’edificio.

 

 

Così, sul tetto, finora non utilizzato, sono stati installati una serie di pannelli solari che fanno sì che a fare da motore all’edificio sia proprio energia rinnovabile.

 

Pianta ora Scopri Treedom Business