Turbina Ocean Energy per raccogliere l'energia dell'oceano

Apr 15, 2014 | scritto da:

 

Le correnti oceaniche contengono una quantità enorme di energia: possiamo intuirla anche solo osservando il moto ondoso. La turbina Ocean Energy sembra avere il potenziale per immagazzinare e sfruttare questa energia rinnovabile. Creata da Crowd Energy, la turbina Ocean Energy viaggia a bassa velocità e utilizza la potenza costante delle correnti per generare elettricità. Nascosta sotto l'acqua, è relativamente al sicuro dalle intemperie, non è in vista, e ha un accesso immediato alle correnti oceaniche. Arrivati a questo punto ha solo bisogno di finanziamenti per poter raggiungere la prossima fase di sviluppo.

Secondo il Bureau of Ocean Energy Management, se fosse utilizzato solo 1/1.000 del potenziale dell'energia disponibile nella Corrente del Golfo nell'Atlantico, si potrebbe fornire alla Florida il 35 % del suo fabbisogno di elettricità. La Crowd Energy è stato avviata da due fratelli, esperti di mondo marino, Todd e Phillip Janca, che vogliono sfruttare questa energia. Hanno lavorato per otto anni su una turbina idraulica sottomarina per arrivare ad avere un progetto sicuro ed efficiente che possa generare energia sfruttando le correnti marine.

La turbina è composta da tre serie di lame. Le alette si chiudono quando sono in movimento nella stessa direzione del flusso d'acqua. Quando le alette si chiudono creano un ostacolo che l'acqua deve spingere fuori del suo percorso di flusso. Quando l'acqua spinge sulle pale chiuse fa sì che il generatore ruoti: questa energia rotazionale viene raccolta sotto forma di energia elettrica dal generatore. Quando le lame si muovono nella direzione opposta al flusso di acqua si aprono, creando una resistenza minima al flusso in arrivo di acqua.

Come la pala gira, spinta dalla corrente, le lame si aprono di nuovo per offrire meno resistenza. La turbina è stata progettata per resistere alle dure condizioni dell'ambiente marino, riducendo al minimo l'impatto sulla vita acquatica. La turbina infatti funziona a velocità simili a quella dei pesci che nuotano e non dovrebbe presentare alcun rischio fisico: il rumore che emette è minimo in modo da non disturbare. L'idea è quella di realizzare la turbina con materiali e rivestimenti eco-friendly, selezionando luoghi distanti dall'habitat della barriera corallina. 

Una volta trovati i fondi, inizieranno le prove in acque libere che saranno studiate dalla Florida Atlantic University. "Vogliamo mettere delle grandi turbine in modo che possano immagazzinare e produrre molta energia anche per i prossimi decenni", spiega Todd Janca. L'affidabilità a lungo termine è la chiave per cui il progetto della turbina Ocean Energy potrebbe essere preso sul serio.

Pianta ora Scopri Treedom Business