Veranu, la startup che genera energia con i passi

Dec 05, 2016 | scritto da:

L'aumento del fabbisogno energetico costituisce un problema molto sentito a livello globale: la necessità di soddisfare la continua richiesta di energia spinge infatti parecchie nazioni, soprattutto quelle in via di sviluppo, a impiegare combustibili fossili per la produzione di elettricità. L'uso massivo di questa tipologia di fonti implica l'aumento delle emissioni di CO2 nell'atmosfera, che sono causa del buco dell'ozono, dell'effetto serra e del surriscaldamento globale.

Una ventata di aria fresca in questo senso arriva direttamente da Veranu (che in sardo barbaricino significa 'primavera'), una startup nata nel 2016 che opera nel settore delle rinnovabili e si propone di dare un contributo al problema energetico attraverso una mattonella innovativa che converte l’energia cinetica dei passi in energia elettrica pulita. Questa mattonella, infatti, attraverso l’utilizzo di materiale piezoelettrico, permette la realizzazione di un pavimento intelligente capace di generare energia elettrica  semplicemente camminandoci sopra.

 

Il progetto nasce nel 2012 dalla tesi di laurea specialistica in ingegneria elettronica di Alessio Calcagni che, insieme ad altri due ingegneri sardi, Simone Mastrogiacomo e Giorgio Leoni, ha ideato la nuova tecnologia. All'inizio c’era grande scetticismo. Erano in pochi a credere che un dispositivo in grado di generare energia dai passi delle persone, accumularla all’interno di batterie e alimentare lampadine potesse funzionare, ma nel gennaio 2015 letteralmente con un passo gli ingegneri hanno acceso 10 led dimostrando che la loro creazione funzionava.

Veranu è la mattonella 'amica dell'ambiente' poiché è realizzata con plastiche riciclate che non solo abbattono le emissioni di CO2, ma riducono anche i costi di produzione. É facile da installare e si integra perfettamente all'interno di ogni tipo di pavimentazione tradizionale già esistente, diventando una tecnologia invisibile che non deturpa luoghi di interesse storico e artistico. Le potenzialità di Veranu sono alte: con un solo passo può erogare fino a 2 W di potenza e bastano 20 passi per accendere un lampione a luci LED in una piazza e 10.000 per ricaricare interamente la batteria di uno smartphone. Il pavimento smart, che secondo le previsioni andrà sul mercato nel 2018, può essere installato in posti pubblici o privati dove ci sono molte persone in movimento come ad esempio piazze, stazioni ferroviarie, centri commerciali, aeroporti, metropolitane e discoteche e la missione della nascente startup è quella di sviluppare stili di vita sostenibili nel rispetto dell’ambiente e con un’ottica diversa, partendo da noi stessi e dalle nostre azioni. 

Pianta ora Scopri Treedom Business