Coltivare avocado? Vediamo come

Jun 11, 2021 | scritto da:

Tutti conosciamo e amiamo l'avocado. Spesso, oltretutto, ci imbattiamo in lui sottoforma di guacamole o avocado toast. Ormai è diventato superfood di tendenza ed è entrato a far parte delle nostre abitudini alimentari. Ma come nasce effettivamente un avocado? Abbiamo dato un'occhiata al suo ciclo vitale e alle peculiarità della sua coltivazione.

Coltivare un avocado

Il ciclo dell’avocado

L'avocado è una pianta unica, ma la sua vita inizia in un modo molto ordinario: un seme nella terra. Di solito ci vogliono 4-8 settimane per farlo germogliare. Durante questo processo, il seme si divide lungo la linea di frattura nel suo centro, le radici crescono in basso, mentre allo stesso tempo un germoglio serpeggia verso l'alto. Dopo qualche tempo, spuntano le prime foglie. 

Un processo apparentemente semplice, ma sorprendente soprattutto se lo si guarda in timelapse.

Da questo punto in poi abbiamo ciò che crescerà fino a diventare un albero, ma perché questo accada bisogna avere ancora molta pazienza. Perché prima che la pianta cresca e inizi a produrre i familiari frutti, deve crescere per qualche anno e poi andare a fioritura, con dei fiori giallo-verdastri.

Il ciclo dell’Avocado è in fondo quello famoso per cui per fare un albero ci vuole il seme, per fare il seme ci vuole un frutto, per fare un frutto ci vuole per fare il fiore ... beh noi siamo arrivati al fiore.Il ciclo dell'Avocado

Bisogna considerare che i fiori degli avocado sono ermafroditi (in altre parole presenta sia organi maschili che femminili), ma l’autoimpollinazione non avviene, dato il particolare sistema di fioritura. Per questo, per permettere alla pianta di generare il frutto bisogna favorire l’impollinazione mettendo vicine piante dei due diversi gruppi di riproduzione. Solo in questo modo possiamo ottenere dei frutti.

Ma come fa il polline ad andare da un albero di una specie , all’altro? Di solito ci pensa il vento, ma un lavoro più preciso e puntuale viene svolto da api e altri insetti, che scelgono il momento giusto per l’impollinazione, attratte dai fiori. In natura, tuttavia, solo un fiore su mille viene fecondato dagli insetti. 

Gli avocado nei nostri progetti

Il modo migliore per aumentare la frequenza di questo secondo tipo di impollinazione è quello di favorire la presenza di api. Per questo, in alcuni dei nostri progetti, abbiamo inserito l’apicoltura come pratica coadiuvante, prevedendo quindi la presenza di alveari nei luoghi di piantumazione degli alberi. Questo aumenta il numero di fiori fertilizzati ed inoltre fornisce un'ulteriore fonte alimentare e di reddito, grazie alla produzione di miele.

Per la popolazione locale, più avocado significa più crescita economica. Perché il frutto ricco e versatile può essere venduto sui mercati locali.

Pianta il tuo avocado

Si può dunque coltivare un albero di avocado come pianta in vaso all'interno o in una zona riparata. Servono però, temperature calde, luce solare e buone cure. 

Se le condizioni in cui vi trovate non sono favorevoli potete piantare semplicemente un albero di avocado con Treedom. Non sarete voi a godere dei frutti che darà, ma sarà un contadino locale e magari la sua famiglia.

Non è almeno altrettanto bello? 

Pianta ora Scopri Treedom Business